stampa 3d a colori cjp

La Stampa 3D a Colori con la tecnologia CJP

La tecnologia ColorJet Printing (CJP) è un processo di stampa additiva che consente la creazione di modelli 3D utilizzando più di 6 milioni di colori. Le sue applicazioni sono le più svariate, dalla creazione di prototipi alla realizzazione di progetti artistici o plastici architettonici. La peculiarità di queste stampanti è che sono in grado di creare oggetti incredibilmente realistici, grazie ad un’estrema precisione di stampa e alla possibilità di utilizzare tutta la scala di colori di Photoshop.

La stampa 3D tradizionale (FFF – Fused Filament Fabrication) impiega solo filamenti monocromatici; sebbene sia possibile usare più filamenti insieme, in modo da ottenere un oggetto con due o più colori, il numero di filamenti utilizzabili all’unisono rimane limitato alla tipologia e al modello di macchina posseduta. La tecnologia CJP, invece, mescola i colori al suo interno, consentendo la stampa di modelli con colorazione complessa e permettendo di scegliere la trama, le fantasie o il colore dell’oggetto. Con la CJP è possibile stampare tutta la gamma CMYK, rendendo così possibile la stampa di milioni di colori.

Il Processo di stampa CJP
processo di stampa 3d cjp

La Stampa 3D a Colori con la tecnologia CJP  utilizza due materiali in particolare: il Core, che è il materiale principale di stampa, e il collante. Il materiale Core è una polvere di gesso; questa viene distesa a strati da un rullo, successivamente la stampante deposita il colore e il collante nelle parti specifiche, a seconda delle indicazioni del modello 3D. Il processo di colorazione funziona esattamente come la stampa a colori tradizionale in 2D. Una volta che lo strato si è solidificato, grazie all’azione del collante, un altro strato viene depositato, così fino alla realizzazione del modello. La polvere di gesso non utilizzata, invece di essere scartata, viene adoperata come supporto per l’oggetto creato, e alla fine del processo è aspirata dalla stampante per essere successivamente riutilizzata. Il modello creato è estremamente fragile, per cui deve essere estratto delicatamente dalla polvere di gesso rimanente. Una volta estratto, viene ripulito da eventuali resti di materiale, attraverso l’uso di una spazzola e di un getto di aria. Per renderlo più resistente, l’oggetto viene poi immerso in un filtrante, che lo rende solido e compatto.

La Stampante 3D ProJet 660 Pro a colori con tecnologia CJP
La stampante 3D ProJet 660 Pro di 3D Systems possiede le migliori caratteristiche delle stampanti CJP. Oltre ad includere la possibilità di stampare l’intera scala colori CMYK, la ProJet 660 Pro è in grado di raggiungere le più elevate velocità di stampa. La polvere di gesso VisiJet® PXL™ ha altissime prestazioni. Fra le altre caratteristiche la ProJet 660 Pro ha una risoluzione di 600 x 540 dpi, può stampare fino a 36 prototipi alla volta, ha 5 testine di stampa per un totale di 1520 getti. Queste peculiarità la rendono un eccellente mezzo per la stampa di prototipi, plastici e per tutte quelle applicazioni che necessitano di trasformare velocemente e a costi ridotti idee in modelli realistici, finemente colorati, curati nei minimi dettagli.

Per ulteriori informazioni o se necessitate di service di stampa 3D con la ProJet 660 Pro, non esitate a contattarci.

Guarda il video del processo di Stampa CJP su YouTube

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *